giovedì 9 aprile 2009

Addii e partenze



Il viaggio non finisce mai.
Solo i viaggiatori finiscono.
E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione.
Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero.
Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era.
Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini.
Bisogna ricominciare il viaggio.
Sempre.


È qualche tempo ormai che vivo le mie giornate provando allo stesso tempo un forte senso di appartenenza insieme alla dura sensazione che si prova dopo un tenero abbandono.
A volte mi manca il fiato e affondo le mani nelle tasche, e spingo giù, come se così potessi ancorarmi a terra, come se servisse a non farmi perdere con il primo soffio di vento.
Mai come in questo periodo mi accorgo di quanto possono essere realmente tangibili le fasi della vita.
Io ne sto chiudendo una. Per cominciarne un'altra.
Per questo sono qui ora, con il cuore in mano, a ringraziare in ordine di visualizzazione mentale, una per una, queste persone:
Enza, Giorgia, Marcello e Monique, Luisa, Spadino, Sgret, Silvia, Marco, Cate e Clara e pancino, Tam, Binda, Ivonne, Sandrina, Laura, Enrico, Luigi, Pluto, Vittorio, Franci, Eli, Ele, Andrea, Lysiane, Davide, Adri, Nicolò, Mary, Cecilia, la Keps, Edo, Michele, Carlo Gaia, Cesarina.
Per avermi fatto ridere e piangere.
Per avermi dedicato tempo.
Per avermi fatta arrabbiare.
Per avermi dato fiducia.
Per avermi regalato affetto.
Per avermi accompagnata per mano e per avermi lasciata libera di correre.

Vi voglio bene e vi vorrò bene sempre.
Buona vita.

16 commenti:

Federico Distefano ha detto...

E' piuttosto criptico.
A me non piacciono gli addii, preferisco gli "arrivederci".
Per cui, "Ciao e Arrivederci!!"
:)

Anonimo ha detto...

posso iniziare io con i miei "per avermi"?!
per avermi accolta a braccia aperte 2 anni fa
per avermi riempito le giornate in ufficio
per avermi fatto la mangiare le peggior cose insane del circondario
per avermi invaso e distrutto l'ufficio appena ne avevi l'occasione
per avermi reso più incline a pianti e coccole (ti odio per questo!!)
per avermi dato la possibilità di costruire un rapporto che va oltre...
ti sarò sempre vicina...soprattutto perchè sarai a 100 metri da casa mia!! ehehe...
giga-abbraccio
la tua fransi

L And L Staff ha detto...

Quoto in toto il Fede.
Ciao Cipì! :)

Spino ha detto...

Cami in bocca al lupo o al coniglio o a quello che vuoi, si riparte, alla grande! Besos

Anonimo ha detto...

noooo e dove vai, xché, come, quando e con chiiii??? Buona fortuna!! saluti cecilia

JoBander ha detto...

Cipì sei forte.
La strada può essere fatta in mille modi, ma se la percorri tu diventa la migliore.

Zillo e CiPì ha detto...

Vai C!
Che la paura possa diventare la tua migliore compagna di viaggio.
(che filosofo!)

zillo

SteG ha detto...

Scusa Cipì ma dove vai???? T,T non per farmi gli affari tuoi... ma ho il magone... comunque va tutto bene? vero?

Moerandia ha detto...

Condivido il commento di Federico Di Stefano; ci rivediamo vero? Auguri qualunque sia la nuova strada (basta che non siano tutti vicoli ciechi come usa al giorno d'oggi ;-) ).
Buona Pasqua.
G.Moeri

Anonimo ha detto...

Nessuno di noi sa "dove sei",
ma sappiamo che qui ti troviamo sempre!
un abbraccio, max//

ciocco72 ha detto...

Vai cami! Un giorno guarderai indietro e farai un grande sorriso!

Gio ha detto...

...aprile, dolce partire...in bocca al lupo, Cami!

CiPì ha detto...

Ecco.

;)

...un sorriso a tutti e un grazie per i commenti e per i pensieri che mi avete dedicato. Faccio tesoro di tutto.
Where is CiPì è un po' il mio rifugio, è un po' casa mia, è un po' di me. È molto più di quanto pensassi. Quindi se continuate a passare di qui, oltre a farmi infinitamente piacere, avrò sempre qualcosa da offrirvi...un disegno...delle parole...una canzone. È vero, pubblico molto meno di prima ma il tempo nel mio orologio corre il doppio, sarà forse che è tarocco, e in più sono in una fase di ri-assestamento mica da ridere...ma una volta una cara amica mi ha detto: "Mi raccomando, non trascurare i tuoi disegni, perché sei tu, servono anche a te".
E io dico che ha ragione. Per cui, forza CiPì.
E fra gli addii e le partenze ci metto un bell'ARRIVEDERCI, come tanti preferiscono. Perché è questo che è.
Vi abbraccio.

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

Perche non:)

tea ha detto...

non finirai mai di stupirci...dalla romantica camilla del corso alla rockettara cipì! complimenti per la fantasia e anche dell'originalità del sito. ci vediamo per gli esami di settembre!! auguri di cuore per sabato DALLA MAESTRA ed ASSISTENTE (!?), laura e chicca.